Blog

Una presentazione in breve

In un momento difficile, quindi significativo, inauguriamo la rivista Altri Territori, nata da un gruppo di docenti del Liceo Classico “Minghetti” di Bologna. La sua ambizione è mettere in contatto sul piano delle idee Filosofia e Scienze sociali; sul piano delle persone, docenti e studenti. Una doppia urgenza del “proprio tempo nel pensiero” ci ha mosso: far circolare e “contaminare” pensiero e linguaggio tra territori differenti e piani concettuali molteplici, dal più formale al più empirico; offrire anche ai più giovani uno strumento per pensare attivamente il reale ed esercitare la propria scrittura riflessiva insieme a (e in dialogo con) figure più esperte, in un medesimo spazio. La rivista ha cadenza annuale e comprende saggi, forum, note e recensioni.

La rivista Altri Territori nasce dunque come progetto scientifico qualificato e curato da docenti di istituti secondari superiori. Non si tratta di pubblicazione dedicata alla didattica, ma di un progetto culturale di ricerca e divulgazione che nasce a stretto contatto con l’esperienza dell’insegnamento e le sue forme di mediazione e comunicazione. Per questo privilegia la chiarezza dell’esposizione e la leggibilità diffusa rispetto all’appesantimento gergale e bibliografico. Il suo modello espressivo e contenutistico corrisponde a una forma di trasmissione del sapere trasparente e critica.

La rivista ha per oggetto temi rilevanti (e quando possibile attuali nel loro interesse) in materia filosofica, economica, giuridica, politica, sociologica, in generale afferente all’orbita delle scienze sociali. Nasce dalla volontà di far interagire in forme originali i diversi campi (di qui la denominazione Altri Territori), intrecciandoli e ponendoli in dialogo reciproco, senza volontà egemoniche. Il progetto intende creare rapporti di traducibilità tra modelli, linguaggi e problemi con statuto epistemologico differente ma comunicante.

Una parte significativa della rivista prevede il contributo diretto degli studenti più motivati: è la sezione dedicata a recensioni e brevi note di commento. Alcuni studenti segnalati e/o selezionati dai loro insegnanti potranno scrivere recensioni di volumi (o capitoli di volumi, o articoli, privilegiando ove possibile le pubblicazioni degli ultimi anni), commenti a sentenze recenti (es. della Corte costituzionale), resoconti o note di riflessione a margine di laboratori scolastici, conferenze, convegni, altre iniziative pertinenti alle linee generali del progetto.

In a difficult and therefore significant moment, we inaugurate the Altri Territori periodical, created by a group of teachers from the Liceo Classico “Minghetti” in Bologna. Its ambition is to put Philosophy and Social Sciences in contact on the level of ideas; in terms of people, teachers and students. A double urgency of “one’s own time in thought” has moved us: to let circulate and “contaminate” thought and language among different territories and multiple conceptual levels, from the most formal to the most empirical; to offer even the youngest a tool to actively think about reality and exercise their reflective writing together with (and in dialogue with) more experienced figures, in the same space. The magazine runs annually and includes essays, forums, notes and reviews.

The Altri Territori periodical was therefore born as a qualified scientific project edited by upper secondary schools teachers. This is not a publication dedicated to teaching, but a cultural research and dissemination project that is born in close contact with the teaching experience and its forms of mediation and communication. For this reason, it favors clarity of exposure and widespread readability over jargon and bibliographic weighting. Its expressive and content model corresponds to a transparent and critical form of transmission of knowledge.

The magazine deals with relevant (and when possible up to date in their interest) topics in philosophical, economic, legal, political, sociological matters, pertaining in general to the orbit of the social sciences. It arises from the desire to make the different fields interact in original forms (hence the denomination Altri Territori), intertwining them and placing them in mutual dialogue, without hegemonic will. The project intends to create relationships of translatability between models, languages and problems with different but communicating epistemological status.

A significant part of the magazine relies on the direct contribution of the most motivated students: this is the section dedicated to reviews and short commentary notes. Some students recommended and/or selected by their teachers will be able to write reviews of volumes (or chapters of volumes, or articles, preferring where possible the publications of recent years), comments on recent judgments (e.g. of the Constitutional Court), reports or notes of reflection on school laboratories, conferences, conventions, other initiatives relevant to the general lines of the project.

Il 30 novembre 2021, vagliate le caratteristiche della Rivista e riconosciuta la congruità con i requisiti richiesti, il CNR ha riconosciuto alla stessa il codice ISSN nazionale 2785-2504.

La Rivista inaugura una sezione QUADERNI, contenente monografie liberamente scaricabili (con la possibilità di lasciare un contributo economico). I primi titoli sono già pronti per la lettura.


Segui il mio blog

Ottieni i nuovi contenuti, spediti direttamente nella tua casella di posta.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: